MCU INAEM
Vista normal Vista MARC Vista ISBD

Manuale minimo dell'attore

por Fo, Dario; Rame, Franca.
Tipo de material: materialTypeLabelLibroSeries Einaudi tascabili 905. Editor: Torino (Italia) Einaudi, 2001Descripción: 382 p. il. 20 cm + 1 videocassette.ISBN: 88-06-15379-X.Materia(s): Técnica teatral -- interpretaciónResumen: Come faceva a scendere dalle nuvole il "deus ex machina"? Quale era l'opinione sui "comici" di san Carlo Borromeo? Perché le maschere hanno il "terzo occhio"? Come nasce il 'grammelot', e perché? E come suona la traduzione simultanea della "Storia della tigre" dal dialetto di Shanghai nel 'grammelot' della Padania? Che differnza c'è tra la veridica istoria del giullare Ciullo d'Alcamo e quella, molto meno veridica, che abbiamo imparato a scuola? E chi erano, esattamente, i giullari? In che cosa consisteva e consiste l'"andare all'improvviso"? Come si costruiva un canovaccio, e come si costruisce un testo teatrale? E soprattutto: come si inchioda lo spettatore alla poltrona? Tra divagazioni autobiografiche ed esempi concreti, com'è nel suo stile, Dario Fo risponde a tutte queste domande, e a moltissime altre, con l'aiuto d Franca Rame. Cosicché questo "manuale" tanto minimo non è: oltre a comprendere un'originale rassegna delle fonti bibliografiche e un glossario della terminologia teatrale di ieri e di oggi, vuole rispondere alle esigenze di chi aspira a calcare le scene ma anche di chi, come spettatore, è curioso di sapere che cosa gli sta succedendo intorno. Edizione ampliata con una nuova introduzione
    valoración media: 0.0 (0 votos)
Tipo de ítem Ubicación Signatura Estado Fecha de vencimiento Código de barras
Fondo moderno Fondo moderno
Centro de Documentación Teatral
11568 Available 0025353119308

Incluye "Termini in uso (e in disuso) nel teatro"

Título de la caja: Lezioni di teatro

Forma parte de : Lezioni di teatro / Dario Fo

Bibliografía

Come faceva a scendere dalle nuvole il "deus ex machina"? Quale era l'opinione sui "comici" di san Carlo Borromeo? Perché le maschere hanno il "terzo occhio"? Come nasce il 'grammelot', e perché? E come suona la traduzione simultanea della "Storia della tigre" dal dialetto di Shanghai nel 'grammelot' della Padania? Che differnza c'è tra la veridica istoria del giullare Ciullo d'Alcamo e quella, molto meno veridica, che abbiamo imparato a scuola? E chi erano, esattamente, i giullari? In che cosa consisteva e consiste l'"andare all'improvviso"? Come si costruiva un canovaccio, e come si costruisce un testo teatrale? E soprattutto: come si inchioda lo spettatore alla poltrona? Tra divagazioni autobiografiche ed esempi concreti, com'è nel suo stile, Dario Fo risponde a tutte queste domande, e a moltissime altre, con l'aiuto d Franca Rame. Cosicché questo "manuale" tanto minimo non è: oltre a comprendere un'originale rassegna delle fonti bibliografiche e un glossario della terminologia teatrale di ieri e di oggi, vuole rispondere alle esigenze di chi aspira a calcare le scene ma anche di chi, come spettatore, è curioso di sapere che cosa gli sta succedendo intorno.
Edizione ampliata con una nuova introduzione

No hay comentarios para este ítem.

Ingresar a su cuenta para colocar un comentario.

Con tecnología Koha